#allamiacittànonrinuncio – Milano si è mossa. Nuovi tempi e modi della mobilità.

Milano città a più ruote, mobilità condivisa
La mobilità e i tempi di una città attrattiva

Coordina:

  • Luca Belloni

Parteciperà:

  • Pierfrancesco Maran

Obiettivo

Ci proponiamo di ripercorrere e rielaborare le esperienze e i percorsi fin qui compiuti nel campo della mobilità per condividere ipotesi praticabili utili alla progettazione del futuro e del lavoro da proseguire.

Ci confronteremo quindi con l’obiettivo di individuare, in modo condiviso, possibili proposte intorno a temi e progetti che riteniamo dovranno essere all’attenzione della prossima amministrazione della nostra città.

Ipotesi di confronto

MILANO SI E’ MOSSA – NUOVI TEMPI E MODI DELLA MOBILITA’ . Vuole sottolineare che a Milano il concetto di mobilità non è rimasto fermo  e che questo ha conseguenze sui modi di vivere la città.

Spesso la  discussione sulla mobilità si limita alla valutazione di singoli atti, alla valutazione della attuale area C, della ciclabilità in città, ai controlli sulla velocità…. Noi crediamo che le scelte relative alla mobilità non siano a sé stanti ma che siano un elemento costitutivo di una visione di città condivisa e vivibile.
Possiamo, esemplificando, dire che i modi della mobilita presuppongono una visione della sicurezza quotidiana?
Forse sì  perché le regole di rispetto tra chi percorre in vario modo le strade della città hanno una forte incidenza su una delle principali cause di decesso e trauma per la popolazione sotto i 40 anni. Con l’attuale amministrazione si è raggiunto un calo del 50%  di decessi per incidente rispetto al 2012 (da 61 a 33) . Questo è avvenuto anche grazie alla riduzione del numero di veicoli circolanti in città  e ad una diversa politica di governo del traffico.
E’ poi innegabile che quartieri più facilmente raggiungibili appaiono meno dimenticati, trasmettendo così una sensazione di maggiore coesione con il resto della città e questa minore lontananza ha un impatto sulla sensazione di sicurezza.

Metodologia

Dopo una prima fase di analisi generale proponiamo due momenti di approfondimento del tema generale relativi a due piani distinti anche se interconnessi:

MILANO CITTA’ A PIU’ RUOTE , MOBILITA’ CONDIVISE
Perché la condivisione è anche accettare che i mezzi con cui ci si muove sono molteplici e che devono convivere

LA MOBILITA’ E I TEMPI DI UNA CITTA’ ATTRATTIVA
Perché per attrarre a Milano risorse umane, intellettuali, finanziarie, serve una città in cui si garantisca anche una elevata qualità della vita. Il modo di muoversi è uno dei parametri del livello di benessere.

Di seguito alcuni spunti di riflessione:

  • Milano è la  1° città per mobilità alternativa e Milano ha la rete di trasporti più estesa d’Italia Ma questo quadro è uguale ovunque? Le periferie ricevono le giuste risposte in termini di ottimizzazione della mobilità? Come arrivare ad un quadro di mobilità metropolitano?
  • E’ stato creato un modello di mobilità alternativo alle 4 ruote anche negli spostamenti quotidiani tra i nostri quartieri, e non solo verso il centro della città o verso  i parchi della cintura esterna?

Schema attività
Mattina: introduzione, interventi degli esperti, discussione generale
Pomeriggio: discussione in parallelo sui temi di approfondimento
A seguire: sintesi, confronto su priorità e proposte per la nuova amministrazione

Ne parleremo con

Maria Berrini e Matteo Colleoni

Torna

Back to top